Come gestire la degenza del cane

Come gestire la degenza del cane

Quando il nostro cane subisce un intervento chirurgico, è bene essere preparati per affrontare al meglio il periodo di post-operatorio, indipendentemente dal fatto che duri pochi giorni o diversi mesi. Dobbiamo pensare che probabilmente, per i primi giorni, il cane farà fatica ad alzarsi da solo per fare i bisogni. Se si tratta di un cane di taglia piccola, il problema si può ovviare facilmente sollevandolo noi, ma se il cane è di taglia medio-grande le cose si complicano, soprattutto se abitiamo in città e non abbiamo un giardino o un terrazzo. Se il tipo di operazione lo consente, troviamo in commercio delle pettorine che ci permettono di sostenere l'animale durante la locomozione


Il riposo

Posizioniamo la cuccia in un posto tranquillo. In particolare, se non vogliamo sporcare la cuccia con i vari disinfettanti che inevitabilmente vanno applicati sulla ferita, possiamo acquistare una cuccia di plastica rigida, molto più igienica rispetto ai cuscini in tessuto poiché facilmente lavabile, anche più volte durante la giornata. Oppure, possiamo acquistare il materassino BT Blue Carpet, studiato per evitare che al cane vengano le fastidiose piaghe da decubito se è costretto a una lunga degenza.



Collari elisabettiani di ultima generazione

Un altro aspetto da non sottovalutare è assicurarsi che il cane non lecchi o morda la ferita. Una volta esisteva solamente il collare elisabettiano, un cono che veniva fissato al collo dell’animale per impedirgli il movimento della testa e di conseguenza di raggiungere la ferita. Questo prodotto per il cane è scomodo, poiché ne limita non solo il movimento ma anche la visuale. Oggi esistono alternative molto più efficaci, che non vanno a limitare la visuale ed evitano che il cane vada a sbattere contro gli ostacoli. Uno di questi è il collare BT Neck ECO di Balto, particolarmente indicato per cani che devono subire una lunga degenza.

Se il collare non dovesse bastare possiamo anche pensare di acquistare un coprimedicazione. Si tratta di una pettorina studiata per proteggere ferite ed escoriazioni dallo sporco e dai batteri dell’ambiente, oltre che dalla saliva del cane




Il trasportino

Alcune operazioni. soprattutto quelle che riguardano le articolazioni, prevedono un periodo di completo riposo da parte del cane per una perfetta guarigione. In questo caso si può pensare a un kennell per contenere l’animale quando non può muoversi. Anche qui esistono diverse tipologie di prodotti; sicuramente il più comodo è quello che si apre frontalmente e che permette all’animale di entrare e uscire senza eccessivo sforzo. In questo caso è importante non lasciare mai solo l’animale, anche se confinato in uno spazio stretto, per scongiurare qualsiasi problema