Canicross: la meraviglia di correre con il cane

Canicross: la meraviglia di correre con il cane

Il canicross è una disciplina sportiva, nella quale il cane e il conduttore corrono insieme, uniti da un guinzaglio ammortizzato chiamato linea. Potrebbe sembrare una cosa molto facile, quasi normale, ma non è esattamente così. Nel canicross, il nostro amico deve correre davanti a noi, mantenendo un’andatura costante. Non può fermarsi e non deve rallentare per affiancarsi a noi. Per tutto il percorso, la linea deve essere sempre in tensione, tranne nelle aree di pausa. In queste zone, possiamo prendere fiato e far riposare il cane.

I primi passi con il canicross

Per dedicarsi al canicross occorre essere allenati: rispetto a qualsiasi cane, noi umani partiamo molto svantaggiati. Per evitare infortuni, quindi, è molto importante che ci alleniamo preventivamente, per mantenere un livello di corsa costante e regolare. Altro aspetto fondamentale è insegnare al cane i comandi di base, che ci possono tornare utili durante la corsa. Quindi, prima di pensare di affrontare un percorso di media lunghezza, dobbiamo insegnargli a correre stando davanti a noi, mantenendo la linea sempre in tensione. Una volta ottenuto questo risultato, è bene impostare anche dei comandi di base per dare al cane le direzioni, in caso ci siano svolte improvvise, e naturalmente dobbiamo sviluppare un segnale di stop. A questo punto possiamo finalmente iniziare a compiere brevi tragitti, allungando poco per volta i tempi.

Canicross in sicurezza

Non corriamo mai utilizzando il collare, potremmo fare male al cane. Usiamo invece una pettorina o un imbrago, meglio se studiati appositamente per questa disciplina. Questo tipo di pettorine sono progettate per far scaricare la potenza che il cane impiega durante la corsa lungo la spina dorsale senza compressioni della gabbia toracica

Utilizziamo inoltre solo guinzagli ammortizzati, ovvero modelli che hanno una parte elastica studiata per far fronte ai cambi di velocità. Quelli più professionali sono dotati di un doppio moschettone che si aggancia alla pettorina del cane e alla cintura del conduttore 

La linea come dicevamo unisce il conduttore al cane, si aggancia all'imbrago del nostro amico e alla cintura che indossiamo noi. Si tratta di cinture ammortizzate o meno, che permettono anche a noi di correre in sicurezza

Da ricordarsi sempre

Il canicross è una disciplina sportiva, e per praticarla, oltre all’allenamento, serve la location ideale. Evitiamo luoghi troppo affollati, preferendo piuttosto sentieri di campagna poco battuti, ma non troppo intricati. In città prediligiamo parchi e piste ciclabili ad accesso pedonale; evitiamo quindi di cimentarci in questo sport su marciapiedi affollati o sulla strada. Una volta conclusa la corsa esaminiamo bene le zampe del nostro compagno. Verifichiamo che non ci siano abrasioni sui polpastrelli e, tra una sessione di canicross e l’altra, facciamo sempre passare almeno una giornata di stop per far riprendere bene il nostro cane. Ricordiamoci anche di fare una fase di riscaldamento e una di defaticamento, per preservare al meglio sia la nostra muscolatura sia quella del nostro amico.