I nostri uffici sono chiusi, lasciaci un messaggio e ti risponderemo il prima possibile.

I polpastrelli del cane sono delicati: cosa fare se soffre il freddo

list In: News Sopra:

Durante il periodo invernale la neve, il ghiaccio o il sale possono creare problemi ai polpastrelli del cane, irritandoli e portando l’animale a camminare in modo errato

Durante il periodo invernale la neve, il ghiaccio o il sale possono creare problemi ai polpastrelli del cane, irritandoli e portando l’animale a camminare in modo errato.

A contatto con il suolo, infatti, le zampe dei nostri amici possono subire bruciature da freddo, che come conseguenza creano vere e proprie abrasioni e tagli sui polpastrelli. Ancora più dannoso è il sale, quello che viene sparso sulle strade e i marciapiedi per evitare che si scivoli, e che sotto le zampe del cane diventa un agente irritante, soprattutto se i polpastrelli sono già screpolati a causa del freddo o se si parla di un cucciolo o di un cane anziano.
Il problema si riduce se il cane è abituato quotidianamente a muoversi su superfici fredde (pensiamo ai cani che vivono in montagna) ma si presenta più sovente con cani “cittadini” che nei weekend o in caso di maltempo si trovano improvvisamente a muoversi su terreni ghiacciati. Per evitare questi inconvenienti è bene innanzitutto evitare di far camminare troppo a lungo il cane sulla neve senza un’adeguata protezione. Dobbiamo inoltre assicurarci che le unghie non creino problemi durante la camminata: se sono troppo lunghe, il nostro amico rischia di camminare in modo scorretto. Altro importante dettaglio da tenere sempre sotto controllo è il pelo che cresce sotto le zampe. Assicuriamoci che non sia troppo lungo, perché a contatto con la neve ghiacciata può facilitare la formazione di ghiaccio sulle zampe e renderle scivolose o, ancora una volta, portare a una camminata scorretta.

In commercio esistono delle pomate che possono essere preziose per lenire le abrasioni da freddo dei polpastrelli come la crema allo zinco di Impronte Naturali, prodotta in Italia con materie prime vegetali di qualità

Se invece preferite uno stick da tenere sempre in borsa da applicare al bisogno questo potrebbe fare al caso vostro

Un’alternativa molto efficace per evitare a monte il problema è quella di dotare il cane di scarpe protettive, per affrontare tranquillamente le lunghe passeggiate in montagna quando c’è ghiaccio e neve. In commercio ne esistono numerosi modelli, che partono da quelli più economici, ma comunque performanti, come i Booties Cordura 300, studiati in origine per i cani da slitta, fino ad arrivare ai prodotti top di gamma, come i Polar Trex, progettati per i cani da soccorso alpino o che praticano skijoring

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre