I nostri uffici sono chiusi, lasciaci un messaggio e ti risponderemo il prima possibile.

Pettorina o collare? ai posteri l'ardua sentenza

person Pubblicato da: Filippo Orsenigo list In: News Sopra:

E tu “consigli la pettorina o il collare?”

Ogni lavoro è caratterizzato da aspetti positivi e negativi così come da tormentoni e momenti difficili da affrontare. Se lavori nel campo merceologico dei prodotti per animali, da molti definito “PET”, dovrai tuo malgrado affrontare con una certa frequenza l’eterno quesito che infiamma tutti i possessori di cani e che riesce a dividere l’opinione pubblica più della politica e forse anche del calcio. Basta scrivere un post che ponga la fatidica domanda ed è facile che nascano disastrose diatribe che hanno il potere di rovinare amicizie decennali e sbriciolare solide relazioni.

Quando un cliente ti chiede abbassando la voce: “consigli la pettorina o il collare?” osservando poi con attenzione la tua reazione, d’istinto vorresti inscenare un malore per abbandonare velocemente la postazione di lavoro e non esporsi al rischio correlato a tale argomento.


2.jpg

SCOPRI I NOSTRI COLLARI

Bastano però pochi secondi per far sì che l’animo cinofilo abbia il sopravvento (serve una grande tempra per questo lavoro!) e dopo aver raccolto le idee non ci resta che affrontare la discussione. Accade però, come già successo mentre parlavamo di giochi indistruttibili per cani, che la nostra risposta e il taglio che diamo al discorso lasci spiazzato l’interlocutore già pronto ad alimentare la discussione con aneddoti di vario tipo (generalmente reperiti online da gruppi più o meno quotati).

Non siamo di parte, vendiamo entrambe le linee di prodotti, ma amiamo scegliere gli articoli grazie a quanto l’esperienza ci ha insegnato e a quanto la nostra visione di cinofilia ci suggerisce. L’esperienza conquistata con anni di lavoro sul campo, tra fango, zampe, saliva e peli e l’esperienza costruita in ufficio e in magazzino (Dogspecialist.it è vicino al nono anno di attività!) valutando, consigliando e ascoltando il feedback di tanti clienti.

Per questo motivo non amiamo schierarci con nessuna fazione al di fuori di quella che preferiamo, quella dei cani ovviamente!



SCOPRI I NOSTRI IMBRAGHI

Per questo motivo, se interpellati su questo argomento, tendiamo a rispondere alla domanda con una domanda (non dovrebbe essere fatto ma in alcuni casi è inevitabile): “Conosci il tuo cane? Cosa pensi sia meglio per lui?” e prima che una risposta possa giungere proseguiamo con il discorso: ”Non considerare quanto letto o ascoltato sull’argomento. Pensa al tuo cane, a quali attività fate durante la giornata e soprattuto a come le fate. Quali sono le dinamiche che caratterizzano il vostro modo di passeggiare, di lavorare o correre insieme. Siete in sintonia, vi muovete e vi intendete alla perfezione o siete ancora (speriamo ci stiate lavorando) due pianeti che orbitano su traiettorie divergenti? Esistono momenti o situazioni di pericolo o di assoluta mancanza di controllo oppure siete sempre in sintonia e riuscite a prevedere le future reazioni a vicenda?”

Tanta tanta carne al fuoco racchiusa in poche righe che tra l’altro non sono per nulla esaustive perchè, ora che finalmente ci stiamo muovendo nella giusta direzione, non possiamo che arricchire l’elenco delle domande necessarie a profilare la giusta risposta al famigerato quesito. Proseguiamo quindi: “Quante ore al giorno o per quanti km dovete utilizzare il prodotto? Il cane è giovane o adulto? A pelo corto o lungo? Di quale razza? Dovrete praticare qualche attività particolare? E’ ben socializzato con persone e altri animali?”

Rispondendo punto per punto a quanto sopra elencato potremo iniziare ad avere una serie di dati utili per comprendere cosa meglio possa adattarsi alle nostre necessità e soprattutto arrivare ad avere una risposta personale, ragionata e ponderata.



SCOPRI LE NOSTRE PETTORINE

Questo è l’aspetto più interessante di questo post: comprendere l’importanza di abituarsi ad analizzare il contesto e la situazione che dobbiamo affrontare partendo dal punto di vista del nostro fidato compagno a quattro zampe e della relazione che ci lega. Questa è la sola strada che ci permette di compiere le giuste scelte.

E noi di Dogspecialist.it non serviamo a nulla? Ci mancherebbe!! siamo sempre a disposizione per raccontarti tutto sulle caratteristiche tecniche dei vari prodotti, sulle proprietà dei materiali e sulle differenti alternative disponibili sul mercato arricchendo il tutto con aneddoti ed esperienze vissute in prima persona o riferite dai nostri clienti. Mai però ci permetteremmo di interferire con la libera scelta e la relativa crescita di un binomio che si rivolge a noi. Per questo non ci schieriamo con nessuna fazione (ad eccezione di quella dei cani ovviamente) e rimaniamo imparziali dando solamente consigli utili e liberi da pregiudizi.

Per questo concludiamo il post sollevando l’ultima osservazione. Osservare con troppa attenzione pregi e difetti di collare e pettorina può portare a distogliere l’attenzione da come vengono effettivamente impiegati tali strumenti. Torniamo al binomio, alla cooperazione, comprensione e affiatamento tra cane e proprietario. Se esistono questi presupposti rimangono solo dettagli tecnici di poco conto da affrontare.

E in chiusura, il cliente: “Ma tu, Filippo,cosa usi con i tuoi cani?” Non posso esimermi dal rispondere con un sorriso: “Dipende, cerco la migliore soluzione in base al momento, al cane o all’attività. Collare, pettorina, imbrago o se possibile nulla. Ho la grande fortuna di poter scegliere.”



Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre